Elettronica industriale

Esempi applicativi

Sistema di riscaldamento per canali caldi

Per il sistema di riscaldamento BlueFlow® per i canali caldi GÜNTHER, ODU ha sviluppato una nuova soluzione su misura con un inserto in ceramica in grado di sopportare temperature fino ad almeno 300° C e una portata fino a 230 V. Il meccanismo di bloccaggio push-pull consente il collegamento diretto al sistema di riscaldamento.

Il sistema di riscaldamento può regolare la potenza termica esattamente in funzione del fabbisogno in ciascun tratto dell’ugello, ottenendo una temperatura omogenea nell’ugello del canale caldo. Per saperne di più, leggete il nostro STECKERVERBINDER, numero 01/2020!

Robot autonomo per manutenzione

Il robot autonomo per la pulizia ADLATUS segue la tendenza alla digitalizzazione e all’automatizzazione dell’industria. Per ricaricarsi, torna automaticamente alla propria base di ricarica, sulla quale è montato un solido connettore di docking dell’ODU‐MAC® Silver‐Line. Questo tipo di connettore viene precablato da ODU e, grazie alla struttura modulare, può trasmettere sia fluidi e potenza, sia segnali.

Il robot per pulizia svolge lavori fisicamente pesanti o monotoni, come ausilio per il personale, ad esempio nella pulizia di supermercati, ospedali o aeroporti. Si muove autonomamente, anche su più piani, grazie alla possibilità di comunicare con gli ascensori.

Contatti stampati su bobina

Questi contatti stampati per alte prestazioni destinati al montaggio in assiemi su impianti di automazione non presuppongono solo una produzione precisa ma soprattutto richiedono un notevole bagaglio di esperienza e know-how nella progettazione dei contatti. Tuttavia il funzionamento ottimale si raggiunge solo con la finitura perfetta. Per questo la tecnoligia ODU STAMPTAC® punta molto sui nostri sistemi di finitura ODU. La doratura selettiva applicata consente un impiego accorto delle risorse e una connessione affidabile.

Surf elettrico Hydrofoil

Il surf elettrico Hydrofoil prodotto da Lift Foils necessita di una connessione esposta a corrente elevata. Data la massima velocità fino a 40 km/h, la connessione deve essere inoltre in grado di sopportare urti, vibrazioni e corrosione e deve essere protetta dall’ingresso dell’acqua. In questo caso, la soluzione ottimale è ODU LAMTAC®, con una portata di corrente fino a 2.400 A.

La soluzione personalizzata basata su ODU LAMTAC® viene impiegata fra regolatore di velocità, motore e batteria. Per la trasmissione sicura di dati sensibili fra batteria e centralina, viene impiegata inoltre la serie ODU MINI‐SNAP® Serie K, che in questa applicazione si distingue per l’affidabilità, la robusta custodia in metallo e l’elevata tenuta stagna.

Palo telescopico a comando remoto

Il TARM (Telescopic Articulated Remote Mast) si trova nell’impianto di prova RACE dell’azienda britannica UKAEA. Tramite comando remoto, il TARM può essere utilizzato nel reattore di fusione per effettuare lavori di manutenzione anche in un ambiente complesso: alte dosi di radiazioni e temperature elevate, oltre a un accesso limitato, costituiscono una sfida impegnativa per il sistema robotico impiegato, che deve essere sempre pronto a funzionare in modo affidabile, senza rischio di guasto.

Il TARM è costituito da un palo telescopico verticale e da un braccio telescopico orizzontale. In ciascuna delle tre connessioni in corrispondenza degli snodi è installata una soluzione composta da Connettori ODU‐MAC® Silver‐Line e ODU‐MAC® White‐Line. Questa combinazione risponde perfettamente ai requisiti del cliente: struttura modulare per la trasmissione di diversi tipi di flussi, elevata densità di cablaggio, trasmissione di dati e onde luminose nonché l’impiego di inserti in LCP, dotati di notevole resistenza alle radiazioni.

Azionamento per gatto delle nevi

I Contatti lamellari ODU fungono da interfaccia fra inverter e motore elettrico nell’azionamento di un gatto delle nevi. Il connettore per corrente elevata, in questa soluzione personalizzata, è stato integrato in uno spazio di installazione minimo.

Accumulatore a batteria

Il Contatto maschio angolare ODU si collega a un Connettore Femmina ODU TURNTAC®, per connettere così i moduli degli accumulatori a batteria. Il prodotto ODU, fornito di cavo assemblato, si installa in modo semplice. Un apposito fermo impedisce il disinnesto accidentale, realizzando così una connessione perfetta.

Contatto montato su barre elettrificate

Per un montaggio semplice in barre elettrificate, si presta in particolare il Connettore Femmina ODU LAMTAC® con filetto esterno. Come punto di connessione in sistemi di alimentazione periferici o per il collegamento rapido in banchi di prova, il sistema di contatto offre le caratteristiche di trasmissione ideali.

Sistemi di docking per uso industriale

Per sistemi di cambio utensili, nell’automazione della produzione, in dispositivi di docking per operazioni di controllo o nei sistemi robotizzati industriali, i Connettori da docking della serie ODU DOCK si affermano per la loro affidabilità in molti campi di applicazione. Il design robusto e le straordinarie caratteristiche di guida li rendono infatti componenti perfetti per le connessioni industriali.

Per la trasmissione della corrente di saldatura in un sistema di cambio utensili, è stata ideata una versione personalizzata di un Contatto ODU SPRINGTAC®. Un sistema di attacco a crimpare intelligente offre la massima flessibilità in uno spazio minimo, anche a un milione di cicli di innesto.

La prossima generazione di respiratori subacquei

Un rebreather fa circolare l’aria attorno al sub consentendogli di respirare ripetutamente la stessa aria, invece di scaricarla direttamente nell’acqua, come accade con i respiratori tradizionali. Questo rende i rebreather particolarmente efficienti – oltre che silenziosi – e ne abbatte la produzione di bolle, pertanto il sub può immergersi sott’acqua senza alterare gli equilibri naturali.

In questo rebreather di fascia alta, sono montati Connettori ODU MINI-SNAP®, adattati per l’uso particolare, che garantiscono una connessione sicura in condizioni estreme. Il bloccaggio a vite evita il disaccoppiamento accidentale, mentre la tenuta è garantita da due O-ring.